Progetto distacco genitori figli

 

Il progetto nasce nel 2003, nel tentativo di sperimentare momenti di autonomia e di distacco per i nostri ragazzi, molti dei quali prima di allora mai erano usciti dal contesto famigliare. Per un paio di anni ci siamo appoggiati ad una piccola struttura parrocchiale a Frerola, vicino a Bracca . Nel 2005 sono aumentate le adesioni essendosi nel frattempo resi disponibili all'esperienza anche ragazzi della sezione dell'Alto Sebino e da allora ci si è trasferiti presso una struttura molto accogliente a Rota Imagna (Casa Stella Mattutina della Azione Cattolica)

Questo percorso è iniziato rispettando i tempi di maturazione al distacco sia dei genitori che dei figli. I ragazzi con cadenza mensile trascorrono una serie di week end (6 all'anno) accompagnati da operatori e da volontari, vivendo il fine settimana al di fuori della famiglia. Gli obiettivi sono di osservare lo stato d’animo dei ragazzi e dei genitori rispetto al distacco, nonché al modo di relazionarsi da parte dei ragazzi con figure nuove e verificare l’utilizzo delle proprie autonomie, anche se i ragazzi con il tempo hanno soprattutto scoperto il lato ludico dell’esperienza. Quindi una proficua esperienza di automia e di socializzazione in un contesto di sano divertimento.

Nel corso dell'anno partecipano al progetto una trentina di ragazzi (di cui 9 dell'Alto Sebino) accompagnati da una quindicina tra operatori e volontari                                      

Si precisa che l’associazione è in buona parte  finanziata da contributi privati o pubblici. Alle famiglie chiediamo un contributo spese  per ogni fine settimana . Riteniamo che questo progetto sia importante e vada mantenuto, per abituare i ragazzi a convivere con piu’ persone non sempre conosciute e stringere nuovi rapporti nella prospettiva di un futuro senza di noi e nella logica di pensare ad una vita indipendente